Numero unico Prenotazioni - 334.7299191 - 0184.541444 segreteria@podomedica.it

L’area di optometria sportiva comprende le soluzioni ottiche, quali lenti a contatto, occhiali protettivi, filtri e lenti oftalmiche, specifiche per la clientela sportiva. Le tecniche optometriche in Sport Vision per l’analisi delle abilità visive degli atleti: vengono effettuate attraverso l’utilizzo di procedure e test specifici e con specifica strumentazione tecnica.

Uno specialista del movimento umano, sia esso formativo, sportivo, rieducativo.

Avete mai desiderato praticare al meglio il vostro sport preferito?

La performance visiva per chi fa sport è un concetto molto più ampio rispetto ai famosi ” dieci decimi ” percepire le distanze, percepire il movimento, percepire la velocità della palla… sono aspetti determinanti per l’efficienza nello sport.La percezione visiva caratterizza la maggior parte delle nostre attività quotidiane e grazie al feedback visivo che riceviamo dall’ambiente sappiamo come muoverci ed agire in modo efficiente e finalizzato.

Ogni attività visiva e visuo-motoria che un soggetto svolge è caratterizzata da esigenze visive più o meno specifiche e l’abilità di interfacciarsi con tali esigenze dipende enormemente da come siamo abituati ed allenati ad utilizzare il sistema visivo. Sports Vision è un insieme di tecniche che garantiscono sicurezza, funzione e protezione dell’apparato visivo è un approccio funzionale multi-disciplinare finalizzato a condurre l’intero sistema visivo a funzionare all’apice del rendimento in relazione all’attività praticata.

Affiancato alla preparazione tecnico-atletica, Sports Vision è un determinante contributo operativo al miglioramento dell’efficienza sportiva. La ricerca ha dimostrato che è la percezione visiva a consentire ai grandi campioni di dare risposte sempre adeguate in termini di velocità e precisione dei movimenti. Noi tutti vogliamo fare bene le cose che ci piacciono. Perfezionare le proprie capacità visive è un modo per migliorare il proprio “gioco” e ottenere un vantaggio sugli avversari. Perciò, proprio come l’esercizio e la pratica possono aumentare la vostra forza e velocità, esistono modi per potenziare la vostra condizione visiva e contribuire a farvi diventare un vincitore. Durante la pratica sportiva i vostri occhi compiono diverse azioni che devono risultare coordinate fra loro per ottenere una buona performance.

I riflessi devono essere veloci!

E’ essenziale imparare a coordinare gli occhi e il corpo per poter giudicare in modo rapido e preciso la distanza e la velocità di oggetti e/o giocatori e valutare la presenza di eventuali ostacoli. Anche le differenti condizioni ambientali siano essere meteorologiche o di illuminazione influenzano direttamente la vostra capacità visiva. Pioggia, nebbia, neve, luce intensa ed altre condizioni sottopongono l’occhio a richieste differenti. E’ importante, dunque, proteggersi con ausili specifici tecnicamente studiati per le differenti discipline sportive. Gli occhiali da sole con lenti verdi, grigie o marroni con diverse tipologie di assorbimento, a volte associate a filtri polarizzanti e trattamenti antiriflesso, offrono un comfort elevato senza alterare la percezione cromatica in modo sensibile. L’optometrista potrà consigliarvi le lenti da vista adeguate e sviluppare un programma di training visivo per potenziare le vostre capacità visive aiutandovi a giocare meglio.

Lenti a contatto e sport

L’uso di lenti a contatto consente una maggiore libertà di movimento grazie ad un campo visivo più ampio. Per questo sono ideali per qualsiasi tipo di sport.

I vantaggi sono molteplici:

  • aumentano la percezione della profondità spaziale restituendo un’informazione visiva reale;
  • non si appannano;
  • non scivolano sul naso, come gli occhiali, risultando estremamente pratiche;
  • consentono di poter indossare maschere e occhiali protettivi (dotati anche di filtri solari).

Le lenti a contatto sono sicure se utilizzate in maniera appropriata e se vengono seguite scrupolosamente le informazioni d’uso fornite dall’applicatore. L’ottico optometrista potrà consigliarvi, grazie alla conoscenza della dinamica di ogni sport, la lente a contatto più corretta. Visione nello sport: gioca… in sicurezza. Non tutti sanno che … ogni anno si verificano più di 600.000 traumi oculari dovuti ad attività sportive o ricreative; oltre l’80% dei bambini non utilizza occhiali protettivi in situazioni che rappresentano un rischio di trauma per gli occhi; ogni 13 minuti una persona con trauma oculare dovuto ad attività sportiva entra in una sala di pronto soccorso; oltre il 90% dei traumi oculari possono essere evitati con l’uso adeguato di occhiali da sole protettivi. Per proteggere gli occhi dalle lesioni legate allo sport, è fondamentale indossare una corretta protezione, soprattutto negli sport ad alto rischio.

Ci sono molti tipi di occhiali sportivi utilizzabili sia con lenti da vista sia con semplice protezione. Per gli sportivi che necessitano di lenti correttive è importante sapere che i normali occhiali e le lenti a contatto forniscono poca o nessuna protezione. Un occhiale sicuro dovrebbe avere montature solide e lenti che siano in grado di assorbire gli urti e gli impatti. L’optometrista potrà informare l’utente finale sulle possibilità di protezione anche se necessita di lenti graduate.

L’ Optometrista, il profilo professionale :  “L’ottico optometrista è l’operatore sanitario che, in quanto esperto dell’ottica oftalmica, dell’ottica fisiologica, della fisica ottica, delle componenti fisiche e chimiche e delle applicazioni dei materiali e degli strumenti necessari a risolvere i problemi visivi, esegue con tecniche optometriche, metodi oggettivi e soggettivi, autonomia professionale e responsabilità (di risultato) l’esame delle deficienze visive. L’ottico optometrista individua, previene, corregge e compensa i difetti visivi e le anomalie della visione sia attraverso la prescrizione, la fornitura, l’adattamento di occhiali, lenti a contatto di ogni tipo e ausili per ipovedenti, sia mediante idonee procedure di educazione visiva, sia mediante tecniche strumentali”.