Numero unico Prenotazioni - 334.7299191 - 0184.541444 segreteria@podomedica.it

Affaticamento precoce, crampi, tendiniti, talloniti, pubalgie, vesciche, duroni, unghie compresse  ???

Ad ognuno il proprio… PLANTARE SPORTIVO PODOLISTICO il podortotico totalmente personalizzato !

 Calzatura, Terreno e Gesto Atletico sono gli elementi che caratterizzano ogni disciplina sportiva.

Per ottimizzare il rapporto del piede nello sport con tali innaturali elementi e movimenti, abbiamo sviluppato uno speciale PLANTARE PODORTOTICO PODOLISTICO che viene creato a mano sul calco del piede, applicando in modo termico diversi strati di materiali esclusivi, altamente innovativi, in funzione dello specifico sport.

COM’ E’ FATTO IL PODORTOTICO PODOLISTICO

L’impronta del plantare termoformate si può formare direttamente sotto il piede grazie ad una speciale macchina in grado di riprodurre perfettamente l’impronta plantare e poi addirittura di correggerla, o mediante un calco del piede preso già in posizione neutra dinamica e successivamente riequilibrato in laboratorio in funzione della clinica riscontrata.

Va qui ribadito che nessun plantare adatto allo sport NON può più venire fatto sulla base di:

  1. semplice visita podoscopica statica
  2. presa di misura dei contorni su foglio di carta
  3. confezionato con cuoio, sughero e materiali obsoleti.

Presupposti fondamentali di una ortesi sportiva efficace sono:

  1. visita podiatrica / podologica / biomeccanica / posturale / dinamica.
  2. esami informatizzati baropodometrici a pedana. elettroniche e cinematiche.
  3. ortesi multistrato differenziate in senso posturo per le diverse fasi del gesto con materiali termoformabili.

LE CARATTERISTICHE.  Il podortotico podolistico, per come è stato concepito, risponde ai seguenti irrinunciabili requisiti:

  • INGOMBRO RIDOTTISSIMO può essere inserito nella propria calzatura (1mm)
  • PESO MINIMO (25/30gr)
  • FLESSIBILITA’ OMNIDIREZIONALE (solidale con il piede)
  • MASSIMA STABILITA’ grazie al fondo piatto
  • ANALLERGICO
  • LAVABILITA’ con qualsiasi detersivo
  • LUNGHISSIMA DURATA (almeno un anno di agonismo)
  • TRASFERIBILITA’ da una calzatura all’altra (stesso tipo)
  • POSSIBILITA’ DI GESTIRE LA CONSISTENZA SUPERFICIALE specializzando così per ogni tipo di sport (più o meno morbido, automodellante, isolante, shock absorber, etc)

APPLICAZIONE

Il piede dello sportivo, oltre al maggior carico di lavoro al quale è costretto, deve sopportare sollecitazioni superiori alla norma, quali ad esempio:

  1. BRUSCHE ACCELERAZIONI  IMPROVVISI ARRESTI
  2. RIPETUTI SLITTAMENT I VIOLENTE RICADUTE
  3. CAMBI DI DIREZIONE
  4. E come se non bastasse, spesso le calzature sportive, per quando riguardo l’appoggio plantare, concedono al piede (specie se usate) un’eccessiva mobilità.

Per tale motivo si determina una ricerca da parte del piede di validi appoggi, che, oltre ad affaticarlo meno, gli permettano una miglior distribuzione di carichi e delle forze da trasmettere. Un’altra non trascurabile aggravante è che, mentre le calzature sono prodotte con delle forme standard i piedi sono come le impronte digitali, uno diverso dall’altro.

Ed allora il risultato sono : CRAMPI, TENDINITI, TALLONITI, VESCICHE, DURONI, UNGHIE COMPROMESSE, AFFATICAMENTO PRECOCE

Tali situazioni possono far assumere, anche inconsciamente atteggiamenti posturali di compenso che possono riflettersi sulla colonna vertebrale (mal di schiena) e sui legamenti. Se quanto detto è già gravoso per un piede senza difetti, immaginarsi per quelli che proprio perfetti non sono. Piccole imperfezioni scheletriche, lievi deformazioni strutturali o deficienze muscolari del piede sono sufficienti per diminuire la resistenza alla fatica e per far insorgere sensazioni dolorose, talvolta anche a distanza dal piede stesso. I dolori alle ginocchia, ad esempio quelli laterali, sono spesso causati da un assetto non corretto del piede.

Come agisce il Podortotico ?

Appoggiare il piede in un’ impronta come quella che si imprime nella sabbia (cioè la propria) consente di ottenere una serie di benefici, quali ad esempio:

  1. Prevenzione nei confronti delle vesciche, dei duroni, delle tendinite, delle tallonati, del danno alle unghie, etc.., in quanto il piede, “incastrato” nella propria impronta, non può cedere o slittare in alcun modo;
  2. Sollievo per i punti maggiormente caricati o dolenti, grazie ad una maggiore e più uniforme distribuzione del peso su tutta la superficie plantare;
  3. un miglior equilibrio o controllo della stabilità articolare di tutto l’arto inferiore, dovuto alla maggiore sensibilità nel contatto piede-suolo;
  4. defaticamento grazie all’ottimale “spremitura” dei terminali venosi del piede, quindi minor ristagno del sangue e miglior ossigenazione dell’apparato motorio.

 

 

Pin It on Pinterest